Ci vuole un fiore per fare una rinascita

Ci vuole un fiore?

Ma no dai, sii seria, davvero. Non può bastare così poco.

Guardi una fase nuova della tua vita e vedi un fiore? Un fiore? UN FIORE!

Ma cos’ha un fiore di particolare, quando puoi facilmente strapparlo e spaccarlo e buttarlo e reciderlo.

Senza difficoltà.

E la chiave della tua rinascita sarebbe qualcosa che può essere strappato senza pietà?

Se non riesci a comprendere la potenza di un fiore (e anche se riesci a farlo), allora questo post è per te.

Leggi anche: La tua vita verde

Per fare tutto ci vuole un fio-o-re

Le cose di ogni giorno raccontano segreti
A chi le sa guardare ed ascoltare

Per fare un tavolo ci vuole il legno
Per fare il legno ci vuole l’albero
Per fare l’albero ci vuole il seme
Per fare il seme ci vuole il frutto
Per fare il frutto ci vuole il fiore
Ci vuole un fiore, ci vuole un fiore
Per fare un tavolo ci vuole un fiore

Per fare un fiore ci vuole un ramo
Per fare il ramo ci vuole l’albero
Per fare l’albero ci vuole il bosco
Per fare il bosco ci vuole il monte
Per fare il monte ci vuol la terra
Per far la terra ci vuole un fiore
Per fare tutto ci vuole un fiore

Una canzone che le nostre mamme cantavano a noi nati negli anni ’70, una canzone di Sergio Endrigo e Gianni Rodari.

Dice tutto, benissimo.

Rinascere, con un fiore (e stare finalmente bene)

Il fiore è quell’organo della pianta che sviluppa colore e profumo e regalità per attirare gli insetti, far innamorare la terra e consolare le anime.

Bach usò i fiori per lavorare con le energie sottili del nostro corpo e del nostro spirito e per guarirci dalle malattie.

Il profumo dei fiori freschi tranquillizza e armonizza le energie della casa.

Con i fiori si possono fare regali.

Con i fiori si possono fare ricette.

Con i fiori si possono fare tisane.

Con i fiori si possono fare pozioni.

E se senti di essere in un momento nuovo della tua vita, concediti a un fiore: è lì per dirti che tutto andrà bene.